Liberati della brava bambina

Ci è stato detto che dobbiamo essere brave bambine, brave mogli, brave madri, altrimenti resteremo sole o diventeremo pazze.

Questo genere di condizionamenti esiste ancora e compromette sia la vita pubblica delle donne, che quella personale: influenza le relazioni affettive, l’efficacia nel lavoro, il rapporto con il corpo, l’identità personale.

Otto storie esemplari ci aiutano a capire che l’unica cosa che dobbiamo essere è noi stesse: dobbiamo scoprirlo e possibilmente diventarlo. Nella coppia se è ciò che si desidera, ma soprattutto individualmente, e sempre in base alla propria specifica esperienza. E’ fondamentale comprendere che delle gabbie si possono trovare le chiavi e che le difficoltà non sono condanne, ma possono essere trasformate in opportunità: forse non si può tornare indietro, ma andare avanti è una possibilità. E’ importante non essere sole lungo questo percorso di consapevolezza: ci sono altre donne che stanno percorrendo lo stesso cammino e anche molti uomini, in viaggio verso la ridefinizione di ciò che significa essere umano, portatore del diritto universale di realizzarsi e di essere amato.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *